giovedì 10 marzo 2011

Un ospite d' eccezione...

Oggi ho l'onore di scrivere in questo splendido angolo che Mela é riuscita a ritagliarsi nel mondo dei blogs. Per l'occasione ho fatto fatica a scegliere quale argomento fosse più giusto da trattare e alla fine penso di aver scelto quello giusto...

Le bambole sono giocattoli antichissimi. Nelle tombe degli egizi e degli etruschi gli archeologi hanno ritrovato bambole bellissime, fatte di legno e terracotta, dipinte con colori vivaci e spesso ornate di gioielli preziosi.

Le bambole con cui giocavano le bambine greche, erano fatte di argilla cotta, osso o cera e raffiguravano donne adulte.

Le bambine romane potevano disporre di bambole molto simili a quelle moderne, fatte di legno, di cera, d'avorio e persino di alabastro, le quali avevano espressioni differenti... alcune sorridevano, altre piagnucolavano.

Le bambole hanno sempre indossato abiti che riflettevano la moda del secolo. Dal 1600 i costruttori di giocattoli iniziarono a creare le case di bambole, fornite di arredamento in miniatura ed accessori. Nel 1700 si cominciarono a costruire giocattoli semoventi e le bambole, costruite con legno, cera e cartapesta, divennero oggetti preziosi che si muovevano delicatamente, seguendo il motivetto di un carillon.

Nell'Ottocento le bambole ritornarono ad essere bambine, con rosee guance di porcellana.

All'inizio del secolo nacquero le bambole di pannolenci, tenere sorelline delle bambole di celluloide, con gli arti mobili. Solo molto recentemente questi materiali sono stati sostituiti dalla plastica, infrangibile e lavabile, con cui vengono prodotti tutti i giocattoli moderni. Oggi molti adulti si contendono a caro prezzo le bambole antiche, che sono diventate oggetto di collezione, mentre le bambine di tutto il mondo giocano con Barbie, la bambola americana divenuta ormai un'icona.


Oggi esistono milioni di modelli di bambole. Bambole che assomigliano a personaggi famosi, bambole che riproducono cantanti e attrici. Bambole che sembrano bambini veri. Bambole per ogni richiesta e per ogni età.

Le bambole desidarate dalle bambine sono ben diverse da quelle che scegliamo di acquistare noi adulte. Le bambine scelgono le bambole per giocare...noi, bambine ormai grandi, scegliamo bambole per sognare e quindi bambole dal sapore magico capaci di trasmetterci qualcosa solo se ci soffermiamo a guardarle. Questo é l'effetto che hanno avuto su di me gli angeli che la nostra amica Mela crea ogni giorno.

Mi chiamo Consuelo e ho iniziato a scrivere un blog qualche mese fa. In tutta onestà non ricordo in che modo ho conosciuto Mela, ricordo solo di essere rimasta affascinata fin da subito dalle sue creazioni...

Spero che questo post vi sia piaciuto e se ancora non conoscete il mio blog, vi invito a venire a trovarmi qui.

Grazie Mela per l'ospitalità...ti lascio un bacio

Consuelo

4 commenti:

Raffaella ha detto...

Affascinante la storie delle bambole...

Eri ha detto...

ciao, è un piacere conoscerti! grazie a Mela avevo già visitato il tuo blog, complimenti!!! e a presto!
Buon week-end ad entrambe ;o)

Rosa ha detto...

Ciao grazie post molto interessante bellissime immagini, bacioni a presto rosa buon week end

Laura ha detto...

La casa delle bambole e' sempre stata un mio sogno da bambina... E a dire il vero anche da grande! Grazie per questo post, ogni tanto fa bene ricordare che siamo tutte bambine un po' cresciute, ma che non abbiamo perso la voglia di conoscere, giocare, divertirsi e fare amicizia come qualche anno fa!
Complimenti a Consuelo e a Mela!
Laura

Post più popolari